Porsche-anteprima

Quando ci capita di incontrare qualcuno che condivide la propria passione per le auto è davvero difficile nascondere il tuo entusiasmo; poi se l'incontro diventa la possibilità di prendere sulla strada uno dei velocisti che hanno lasciato un segno nella storia dell'automobilismo, mantenere un distacco emotivo è praticamente impossibile.

Così abbiamo messo i nostri guanti da guida e abbiamo tenuto il volante della Porsche 356 Speedster, godendo di ogni momento della storia che ogni parte sembrava raccontare: venduto in Florida, numero di identificazione del veicolo 80220 e restaurato mantenendo il colore originale, l'accattivante Signal Red. Ma questa macchina, come tutti sanno, è molto più di questo.

Dietro ogni piccolo dettaglio c'è lo spirito dell'auto che ha dato il via a tutto, la storica Porsche 356, nata nella filiale di Gmànd sotto la guida tecnica del figlio di Ferdinand Porsche, Ferry.

Il dopoguerra tedesco sembrava essere davvero difficile, quindi una risposta concreta sembrava essere la produzione di un'auto sportiva elegante ma conveniente costruita utilizzando parti meccaniche standard. Un'intuizione vincente che in 18 anni di produzione ha permesso ai 356 di incarnare per la maggior parte delle persone la quintessenza della Porsche.

Arriviamo quindi al 1954, l'anno in cui il modello Speedster è stato introdotto sul mercato con l'obiettivo di conquistare il mercato americano: sportivo, leggero, minimalista e conveniente, la Porsche 356 Speedster adatta per l'uso in competizioni sportive in un mercato competitivo come quello americano. Questo non ha certo impedito al resto del mondo di appassionarsi e di eccitarci avendo l'onore di guidarlo, entrando così in contatto con un pezzo di storia.

Una storia di cui ogni gentleman vuole far parte.


GALLERIA DI CARICAMENTO
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi
%-dGiorni
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi
%-wSettimane
%-dGiorni
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi
%-dGiorni
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi
%-wSettimane
%-dGiorni
%HOre
%MMinuti
%Ssecondi